prognosi

prognosi_iconLa prognosi di AD è infausta: dalla demenza non esiste, al momento, possibilità di ritorno.
AD è irreversibile e inguaribile. Ma si può curare.
Il decorso naturale è molto variabile: dipende dalla genetica, dall’ambiente, dall’età dell’esordio della malattia.

Mediamente si può dire che il decorso, dalla comparsa dei sintomi alla morte del paziente, è di almeno 3 anni negli ultranovantenni; nell’individuo più giovane è di almeno 10 anni, ma si può arrivare anche a 15 – 20 anni in un soggetto colpito in età presenile.

Se si considera ciascuna delle 3 fasi, i decorsi vengono mediamente ripartiti così:
1. Fase iniziale: 2 – 4 anni
2. Fase intermedia: 2 – 10 anni
3. Fase terminale: 1 – 3 anni

Ovviamente, quanto più precocemente sarà riconosciuto AD tanto più sarà possibile ritardarne gli effetti.

DIVENTA VOLONTARIO

Vuoi aiutarci attivamente con le attività dell’associazione?
Entra in squadra con noi

DONA ORA

Bonifico Bancario

Bollettino Postale

 

DIVENTA SOCIO

Puoi associarti ad A.M.A. Novara Onlus, entrando a fare parte della nostra famiglia.
Perché non farlo?

SOSTIENI UN PROGETTO

PROGETTO VOCE AMICA ALZHEIMER – L’ESPERTO RISPONDE